Associazione Istruzione Unita Scuola-Sindacato Autonomo

Sede Nazionale: Via Olona n.19-20123 Milano Info+390239810868 o 3466872531

sabato 25 luglio 2015

Il Tar boccia i presidi: non potranno firmare i diplomi di maturità-Il concorso per diventare Preside... | e-participation ed eventi a Milano e sua area metropolitana: cittadini e amministratori assieme per una citta' partecipata

Il Tar boccia i presidi: non potranno firmare i diplomi di maturità
I giudici annullano di nuovo il concorso per dirigenti scolastici. L'assessore Aprea: "È sconcertante, chiederemo una sanatoria"
«È sconcertante». Valentina Aprea, assessore regionale all'Istruzione, sobbalza sulla sedia quando viene a sapere che il Tar ha annullato per la seconda volta il concorso dei dirigenti scolastici. E oggi si precipiterà a Roma, assieme al direttore dell'Ufficio scolastico regionale Delia Campanelli, per fare chiarezza: «Chiederemo una sanatoria - annuncia la Aprea in vista dell'appuntamento con il Capo di Gabinetto del ministero dell'Istruzione - E vogliamo precise garanzie perché ci sia un avvio regolare dell'anno scolastico».
La Regione pretende che a settembre i dirigenti scolastici siedano al loro posto con in mano il titolo ufficiale per farlo.
Paradossalmente adesso i presidi non potrebbero nemmeno firmare gli attestati della maturità se non dovesse arrivare per tempo un decreto provvisorio che li autorizzi. E, in teoria, stanno supervisionando gli esami degli studenti, impegnati con gli orali, senza avere, sulla carta, nessun titolo per farlo.
Nel limbo degli errori dell'amministrazione scolastica sono finiti 355 dirigenti, alla guida delle scuole lombarde: il loro concorso, indetto nel 2011, fu annullato da Tar nel 2013 per lo scandalo delle buste trasparenti che compromisero l'anonimato dei candidati.
Dopo nuovi ricorsi, è arrivata la seconda bocciatura: stavolta a causa di «ombre» all'interno della commissione di concorso. Sembra che il presidente e un sottocommissario non avrebbero avuto i titoli per ricoprire quei ruoli. E che non siano stati scelti «interpellando un numero adeguato di titolati». Altro caos. Altra prova da superare per i dirigenti.
«L'amministrazione - si legge nella sentenza del Tar - ha operato senza un adeguato livello di diligenza che si sarebbe dovuto imporre in considerazione della delicatezza delle scelte che si accingeva a compiere, tenuto conto che si trattava di una procedura concorsuale già incorsa in un annullamento giurisdizionale che aveva visto coinvolti un elevatissimo numero di concorrenti, e considerata l'elevata carenza di organico dei dirigenti scolastici».
«Per colpa dell'amministrazione scolastica - insorge l'assessore Aprea - la scuola lombarda vive momenti di grande incertezza e instabilità. A questo punto, chiediamo al ministero di adottare in tempi brevissimi le misure atte a ripristinare il regolare funzionamento delle scuole impegnate peraltro». Valentina Aprea se la prende anche perché in gioco c'è «la dignità professionale» dei dirigenti, sottoposti a un «percorso umiliante e lesivo» della loro carriera.
L'ennesimo intoppo porta la Regione a chiedere con ancora più forza di prendere in mano le redini dei concorsi scolastici. Lo fa tuttavia in un momento in cui i nuovi provvedimenti voluti dal governo Renzi stanno andando nella direzione opposta. La commissione farlocca incaricata di giudicare i dirigenti «è l'ennesima prova che le formule concorsuali centralizzate non possono essere modellate per valutare la professionalità né dei dirigenti né dei docenti». Se fossero gestiti a livello regionale, sostengono da sempre al Pirellone, ci sarebbe più ordine. Lo stesso ministero dell'Istruzione farà ricorso al Consiglio di Stato e nel frattempo ha in serbo (nel ddl della Buona Scuola) alcuni emendamenti per una sanatoria che risolva il pasticciaccio del concorso in Toscana, Campania. E Lombardia. Sperando che tutto si sblocchi entro settembre.
Il concorso per diventare Preside... | e-participation ed eventi a Milano e sua area metropolitana: cittadini e amministratori assieme per una citta' partecipata

venerdì 28 novembre 2014

Il gruppo "AMIC SOLO CITTADINI INVALIDI" INFORMA

SE SEI UN CITTADINO INVALIDO, Il gruppo "AMIC SOLO CITTADINI INVALIDI" HA BISOGNO DI GENTE COME TE.GRAZIE
ISCRIVITI AL GRUPPO >https://www.facebook.com/groups/498459866834425/


" Io Invalido del Club in MoVimento TI INFORMO on line"
Benvenuti nel gruppo AMIC SOLO CITTADINI INVALIDI dello IUniScuoLa.
Collabora con questo Blog!
Partecipa alla vita di questo blog!
Collaborare è semplice: inviaci le tue esperienze di viaggio, le tue foto, i tuoi video, oppure segnalare notizie, eventi, fatti ...
Il gruppo ha lo scopo di accogliere ed unire gli invalidi , tutelando gli interessi morali e materiali degli iscritti e delle loro famiglie. In particolare:
«Favorire l'attivazione e il mantenimento del benessere psicofisico degli invalidi»; « Promuovere Online relazioni sociali con le altre associazioni e favorire la partecipazione degli invalidi alle proposte culturali, ricreative e sportive presenti sul territorio »
email: sportello.antistalking@gmail.com

lunedì 7 luglio 2014

Aderisci al Gruppo Battitori Liberi Uniti
https://www.facebook.com/groups/470643416371678/
foto di Dino Donofrio.

lunedì 9 luglio 2012

La riforma pensionistica: gli effetti sulla gestione del personale

Le nuove pensioni (Domenico Noviello)

Dal 1° gennaio 2012 e con riferimento ai lavoratori che maturano i requisiti a decorrere dalla stessa data, sono applicabili esclusivamente due tipologie di pensione: LEGGI TUTTO

martedì 16 agosto 2011

“Il Contrabbandiere”, un noir opera prima di Enrico Carlini (foto)


Un commissario alle prese con il suo primo incarico importante, un duplice ed efferato omicidio che affonda le sue radici in un periodo storico, quello della guerra nell’ex - Iugoslavia, che molti non conoscono o che non hanno voluto approfondire più di tanto. Sullo sfondo il mondo pseudo borghese, ma pur sempre provinciale, della riviera romagnola, tra locali modaioli in cui la cocaina scorre a fiumi, albergatori arrivisti e politici corrotti.

Tutto questo è “Il Contrabbandiere”, un noir opera prima di Enrico Carlini , attraverso le cui pagine l’autore ha voluto esplorare luci, ombre, segreti inconfessabili e verità scomode di un passato che a volte può ritornare con effetti devastanti, un passato recente di cui i manuali di storia non riportano, o meglio non vogliono riportare a galla gli aspetti più oscuri che si insinuano tra le pieghe della storia, una storia che sembra non finire mai, la nostra storia.

Donatella Swift

giovedì 30 settembre 2010

Conferenza nazionale della famiglia, dal titolo "Politiche familiari in Europa. Buone pratiche, partnership e governance"

BOLOGNA, 27-28 SETTEMBRE 2010
Si è tenuto dal 27 al 28 settembre 2010 il nuovo appuntamento che segna un ulteriore avvicinamento alla Conferenza nazionale della famiglia, dal titolo "Politiche familiari in Europa. Buone pratiche, partnership e governance".
Il Seminario ha presentato e discusso le buone pratiche, le modalità di partnership pubblico/privato/terzo settore e il modello di governance dei Piani nazionali e delle politiche per la famiglia in Europa.
In particolare sono stati invitati rappresentati delle istituzioni politiche e amministrative della Francia, della Germania e della Spagna, tre paesi che -pur nelle loro specifiche differenze- sono comparabili sotto molti aspetti con il nostro e che rappresentano tre modi paradigmatici di fare "politica per la famiglia".
A partire da queste relazioni, si è tenuto un dibattito scientifico, condotto da studiosi di fama internazionale, che ha indicato gli "scenari" futuri della famiglia in Europa, i Progetti di Alleanza "societaria" tra i differenti attori di politica sociale e i punti di forza e di debolezza dei diversi modelli di politica familiare.
Presentazione
Locandina

giovedì 8 luglio 2010

In Emilia-Romagna un'estate tutta da gustare

Prende il via l'edizione 2010 di "Emilia-Romagna è un mare di sapori".
In programma eventi, spettacoli e degustazioni per scoprire l’enogastronomia regionale
In sintesi
Da luglio a settembre le principali località della riviera emiliano-romagnola ospitano eventi, spettacoli, iniziative e degustazioni targate “Emilia-Romagna è un mare di sapori”.
Si tratta della rassegna estiva, proposta dall’assessorato regionale all’Agricoltura, per fare conoscere anche ai turisti le eccellenze dell’enogastronomia dell’Emilia-Romagna. Nella notizia la dichiarazione dell’assessore Rabboni e il calendario delle iniziative.

Un’estate tutta da gustare.
E’ quella che propone l’Assessorato all’agricoltura della Regione Emilia-Romagna con “Emilia Romagna è un Mare di Sapori 2010”, il cartellone di eventi che da luglio a settembre toccherà le principali località balneari della Riviera per far conoscere ai turisti lo straordinario patrimonio di eccellenze agroalimentari di questa terra.

Non solo il Prosciutto di Parma e il Parmigiano reggiano, sinonimo in tutto il mondo di qualità e di distintività, ma anche la Mortadella di Bologna, l’Aceto balsamico tradizionale di Modena e Reggio Emilia, le Pesche e Nettarine di Romagna, i Salumi piacentini, il Sangiovese, il Lambrusco, il Pignoletto e tanto altro ancora.


"E’ un programma con una precisa finalità: sollecitare il turista del mare a scoprire i valori che fanno grande ed unica la nostra tradizione agroalimentare: storia, cultura, identità, rispetto delle persone e dell’ambiente, sicurezza, sottolinea l’assessore regionale Tiberio Rabboni. Ci interessa presentare le nostre produzioni eccellenti, ma ancora di più raccontare ciò che le rende diverse da tutte le altre, uniche, straordinariamente buone ed originali.

Lo faremo attraverso i testi e la voce di un grande interprete dei valori regionali come Ivano Marescotti, attraverso le sceneggiature e le ambientazioni cinematografiche dei nostri grandi registi, l’eno-racconto dei nostri sommelier, la ritualità dei “casari volanti del parmigiano-reggiano”, il gemellaggio “mare-appennino” in diretta dal soul festival di Porretta, le biglie-icone delle Dop regionali i vongolai di Goro, ed altro ancora. Insomma chi fa e chi sa".

L ’Emilia Romagna è una delle regioni che più e meglio ha saputo tutelare e valorizzare la propria biodiversità e le proprie tradizioni. Lo dimostrano i 33 prodotti a qualità certificata Dop e Igp, ai quali vanno affiancati i 20 vini Doc e Docg, le 15 Strade dei vini e dei sapori, i 15 presidi Slow Food, i 19 Musei del gusto e i 210 prodotti tradizionali iscritti nell’Atlante ministeriale.


In cartellone
Il programma che parla di cibo attraverso il linguaggio dello spettacolo e dell’arte in questa edizione si presenta particolarmente ricco. Tra le novità “Linguaza. Piatto unico”, l’inedito monologo teatrale con cui Ivano Marescotti “condito” dal cibo e dal vino dell’Emilia-Romagna. Un’altra novità è “Amarcord, film da gustare”, la prima rassegna cinematografica che presenta sei film legati all’Emilia-Romagna da "assaporare" sulle spiagge e nelle piazze della Riviera. E’ invece una conferma “Fuoco al mito”, la cottura del latte sul fuoco a legna dentro alla tradizionale caldaia di rame, per ricavarne una forma di Parmigiano reggiano.

Crescono l'interesse per i vini di qualità della regione: con “Tramonti di vino” ci sarà l'occasione di conoscerli e abbinarli e si presenta la nuova Guida dei migliori vini dell'Emilia e della Romagna. Inoltre vino in primo piano anche con la "Serata rosè" dedicata a scoprire i rosè emiliano-romagnoli.

Il 23 luglio la manifestazione offirà invece un inedito gemellaggio gastronomico-musicale fra il mare e l’Appennino, con la partecipazione alla serata dei “borlengai” di Porretta Terme , il collegamento-live con il “Porretta Soul Festival” – curato da LepidaSpa – e con le Mariette di CasArtusi che prepareranno la piadina per tutti.
Saranno invece le tradizioni marinare dell’Adriatico le protagoniste de la “Sagra della vongola” a Goro e i vini autoctoni saranno al centro di “Sere d’estate fresche di vino ".

Ultimo, ma non certo per importanza il Torneo internazionale di biglie, il più gustoso e divertente torneo itinerante dove le biglie ospiteranno l’effige dei 33 prodotti Dop e Igp. Quest'anno ci sarà anche un torneo di biglie degli stabilimenti balneari e ognuno adotterà un prodotto. Novità, curiosità e il programma completo sono sul sito http://www.unmaredisapori.com/